Home

Uq4FDrPDopo tanti anni dedicati per hobby a mettere online siti di amici e associazioni, ho pensato anche io di registrare un dominio e mettere online un sito web, sito che – come spesso accade – non avrei mai trovato il tempo di fare da solo (ringrazio Adriano Casissa e le Pentapx). Una volta che il passo è stato fatto non resta che raccogliere un po’ di materiale su ciò che uno fa e… ma veniamo con ordine.

Dopo una laurea in Economia presso l’Università degli Studi di Genova ho lavorato qualche anno come assistente alla direzione commerciale in una ditta in provincia di Genova per poi tornare nel Dipartimento di Economia nel 2001 dove ho conseguito il Dottorato di Ricerca in Economia Applicata e Metodi Quantitativi  (ciclo XVII). Ho partecipato a numerosi progetti di ricerca nazionali (Ministero della Salute, Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali), di Ateneo e di struttre sanitarie (Regione, aziende sanitarie ed ospedaliera) nel campo dell’economia sanitaria per poi appassionarmi di Nautica da diporto, tanto da collaborare, ormai dal lontano 2006 con UCINA, confindustria Nautica, nella stesura del rapporto “La Nautica in Cifre”, principale fonte di informazioni per i “numeri” della Nautica e alla fondazione dell’Osservatorio Nautico Nazionale. Queste ricerche, unite ad altri studi di Economia e Statistica Sociale, mi hanno portato a pubblicare una sessantina di articoli su riviste, atti di convegni e capitoli di libri. Faccio parte del Comitato Scientifico dell’Osservatorio Nautico Nazionale, del Centro Interuniversitario di Ricerca per il settore della Nautica, del Centro de Investigaciones en Econometría dell’Università di Buenos Aires, dell’Editorial Board delle riviste Journal of Contemporary Management, Eastern European Business and Economics Journal e della collana “Percorsi di Scienze Economiche e Sociali”. Sono infine membro di alcune società scientifiche, tra cui l’European Association for Evolutionary Political Economy, l’Associazione Italiana di Economia Sanitaria, la Royal Statistic Society. Dal 2015 sono docente di Statistica presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Genova.

Nel 2000 mi sono avvicinato al mondo delle confraternite religiose, ne ho approfondito le origini e la loro attualità nel mondo contemporaneo. Ad oggi sono tesoriere della mia confraternita e ricopro gli incarichi di Priore Emerito delle confraternite della Diocesi di Acqui e coordinatore delle confraternite del Piemonte.

Il 28 Gennaio 2016 mi è stata conferita l’onoreficenza di Cavaliere dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (OESSG) da S.E.R. Cardinale Edwin Frederick O’Brien, Gran Maestro dell’Ordine.

Pur essendo nato a Genova e risiedendovi, appena posso fuggo in Piemonte, nella piccola Toleto, minuscola frazione del comune di Ponzone: Toleto che Mario Cervi descrisse come “avvolta dai monti e non troppo lontana dal mare, cosa volere di più?”, Toleto che ha dato i natali ad un pittore dell’Ottocento che ha affrescato numerose chiese del Basso Piemonte, della Liguria e della Francia, Pietro Ivaldi detto “Il muto di Toleto”. Nel 2004, spinto dal desiderio di condividere quanto questo artista, allora poco conosciuto, ha dato al suo territorio, ho contribuito a fondare il Centro Studi Pietro Ivaldi del quale sono tutt’ora Presidente, Centro Studi che tra le altre iniziative, ha prodotto un volume su questo artista edito da Impressioni Grafiche di Acqui Terme.

Nel poco tempo libero che mi resta sono appassionato di giochi di ruolo e di rievocazione storica: faccio parte del circolo “I Cavalieri del Norwold” e dell’associazione “La compagnia dell’Alto Monferrato” che rievoca il periodo storico a cavallo tra il 1200 e il 1300 nel Marchesato di Ponzone, cerco di trovare il tempo per scrivere di arte sacra e di storia del territorio e ogni tanto provo a giocare a Pallavolo, Tennis e Basket quando il fisico me lo concede!

                                                                                                                             Enrico Ivaldi 

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.